Isola d'Elba

Benvenuti nel Blog, siete liberi di lasciare la vostra opinione, qualunque essa sia, su Rio nell'Elba e non solo....


Visualizzazione ingrandita della mappa
Link consigliati:
Google
Wikipedia
Flickr
Youtube
Speedtest
Clipperz
Skype
MediaFire
MediaFire
Image Loop
Imageshack
Beppe Grillo
Wolfram|Alpha
Link consigliati:
Polisportiva
U.S.D. Elba 2000
Elbareport
Tenews
Camminando.org
Federico Regini
Davide Solforetti
Dario Ballini
Il Vicinato
Elbacomunico
Elbanetwork
Porto Azzurro Blog
Circolo S. Pertini
Comune di Rio nell'Elba


Firefox 3



Vota questo sito!

Segnala questo Blog ad un tuo amico: clicca qui

Meteo a Rio nell'Elba



Page 1/306: (1) [2] [3] [4] [5] [6] [>] [»] Scrivi un Messaggio nel Blog
Autore Messaggio
x Lelio Giannoni
Messaggio 15291 del 18.11.2017, 17:41
Ciao Lelio, concedimi un'amichevole...... dissenteria: il ' Viaggio d' acqua', vecchia e cara metafora riese, attiene ad un'azione o un discorso inconcludente, che pur proponendosi di dare un contributo positivo, non è minimamente funzionale alla causa. Quella/e che tu, da buona persona quale sei, chiami provocazioni, sono in effetti delle vere e proprie carognate messe in atto con malvagità da quelle categorie di soggetti che, cattive di natura, non hanno né la capacità né la predisposizione a pensare in positivo e ad essere collaborative, non sono predisposti a condividere né idee né lavoro che abbiano come finalità il bene comune. Ecco che allora, giusto per sentirsi partecipi in qualche modo, impiegano le loro forze per buttare discredito sul lavoro degli altri con l'intento di far fallire qualsiasi iniziativa. Sono quelli contrari a prescindere. Saluti
LELIO GIANNONI
Messaggio 15290 del 18.11.2017, 17:39
Cari Elbivoro & Co., Una provocazione, per essere tale, deve basarsi almeno su un indizio, uno di numero, altrimenti come si dice da noi, diventa un puro e semplice viaggio d'acqua. Solo per rinfrescarvi la memoria: la prima mossa, la fece nel 2008 l'On. Bosi, presentando in Consiglio comunale una proposta di riunificazione, in alternativa al comune unico di cui si cominciava a ragionare all'epoca. La proposta passò con voto unanime. E quando fu il momento del referendum, nel 2013, molti sostenitori dell’Amministrazione Bosi si schierarono apertamente contro il comune unico e il sottoscritto fece parte del comitato del No, partecipando attivamente alla campagna referendaria. Ma già due giorni dopo il risultato (a Rio Marina 77% di no), inviai una lettera aperta al sindaco di Rio nell’Elba, Danilo Alessi, invitandolo a lavorare per la riunificazione riese. A pochi mesi di distanza, nel 2014 aprii il gruppo Facebook "Comune di Rio" per rilanciare la proposta e raccogliere adesioni tra i riesi di su e di giù. Poi, un anno fa, i sindaci Galli e De Santi, preso atto delle difficoltà dei piccoli comuni ad amministrare in modo efficace con la scarsità di mezzi a disposizione, proposero la riunificazione ai rispettivi consigli comunali. Come si vede, fino a quel momento i partiti, se pur legittimati a farlo, non hanno svolto alcun ruolo. Salvo poi, in Consiglio regionale, attraverso i rispettivi gruppi, votare all'unanimità la proposta di legge per la fusione e successivamente, durante la campagna referendaria, invitare i propri sostenitori a votare Sì. Tutto qui.
Per Elbivoro
Messaggio 15289 del 18.11.2017, 17:38
A proposito di " INCIUCIO tra PD e Centrodestra" per la fusione delle due RIO...........concordo con te......quelli che hanno votato per il SI e quelli che non sono andati a votare si ricrederanno dello sbaglio.....ma che purtroppo non si potrà più correggere....... I RIESI veri di sù ormai non ce ne sono più...e quei pochi rimasti hanno votato di fatto per lo" stato di SUDDITANZA" di se stessi e del "defunto Rio Castello". Di solito prima dei Matrimoni si fanno i Fidanzamenti e che non sempre durano fino al giorno del "SI"...........
Elbivoro
Messaggio 15288 del 18.11.2017, 17:37
La voglio buttare in provocazione; non sarà che la fusione delle due Rio sia stata concordata col PD a livello regionale dal finto centrodestra che abbiamo in Toscana per portare avanti ulteriormente l'idea del Comune unico. D'altra parte, se alle ultime regionali,FI e Lega fossero andate insieme,Rossi lo rifaceva col pensiero il Governatore.
x Riese riunito
Messaggio 15287 del 18.11.2017, 17:33
Sono d'accordo con te. Prima il comune di Rio nell'Elba era trasparente nella sua gestione; ora tutto è piombato nel silenzio e non si sa nulla. Bisogna che il buon Ivano riprenda in mano il bandolo della matassa e faccia la necessaria pressione per conoscere cosa succede o ... non succede. Altra domanda: cosa sappiamo delle deliberazioni della Corte dei Conti ed la loro evoluzione riguardo alla messa in mora di amministratori riesi?
Leccino
Messaggio 15286 del 18.11.2017, 17:17
Provenienza: strada del Giove di Rio
Qualcuno sa dirmi qualcosa delle grandi manovre della forestale e del Parco Nazionale a Rio Marina per il motocross e i safari nelle aree minerarie protette dal Parco?
Riese unito
Messaggio 15285 del 18.11.2017, 14:44
Provenienza: Piano
Dalla venuta del Commissario prefettizio nulla più si conosce di quello che accade nel Castello. Non è che si rischia di rimandare il tutto al nuovo Comune ricominciando la battaglia politica? Il Commissario prefettizio è una figura istituzionale ma ha comunque l’obbligo di dare informazione ai cittadini sullo stato della Comunità. Al precedente sindaco gli venivano contati anche i peli, ora tutto tace. Alla stregua dei fatti è evidente che era una speculazione politica e non un interesse per le sorti del proprio Comune. Come si dice il diavolo fa le pentole ma non i coperchi.
X Ivano
Messaggio 15284 del 17.11.2017, 16:40
Provenienza: Canali
Caro Ivano, di solito si suol dire che la colpa di un disastro sta nel manico, in questo caso sta nella padella.....
Ivano
Messaggio 15283 del 16.11.2017, 20:11
Sono passati due mesi dalle dimissioni di De Santi e tre mesi dall'insediamento del commissario ad actum per la stesura del bilancio consuntivo 2016.
Perché ad oggi quest'ultimo non è ancora stato redatto?
Se fosse stato tutto così chiaro come sempre sostenuto dalle opposizioni, Mazzei, Coluccia, Alessi, ..., dopo due mesi che il presunto colpevole di aver fornito elementi falsi/errati alla Corte dei Conti, cioè l'ex sindaco De Santi, è via, 'sto bilancio consuntivo 2016 avrebbe già dovuto essere stato approntato.
E i soldi che Coluccia &C dicevano di esserci sempre stati anche ritrovati.
Noi continuiamo a monitorare e ad aspettare che la verità sia ... verificata, ma più il tempo passa e più è evidente che era ed è una situazione quantomeno ingarbugliata.
Un mio amico, A.D. di una nota società di Logistica, diceva che il magazzino deve essere "ordine e pulizia".
Analogamente sostengo io che la contabilità dovrebbe essere ordine e chiarezza. E nella P.A. aggiungo "trasparenza".
Spero che il commissario, anzi i due commissari, ora non tirino ad arrivare al 31 dicembre, per lasciare la patata bollente nelle mani di chi si deve occupare del comune di Rio!
X Rio Alto
Messaggio 15282 del 16.11.2017, 16:31
Provenienza: Saturnia
Consiglio un buon libro: Patterson - The Store, per conoscere cosa rischia Rio nel 2020
Rio alto
Messaggio 15281 del 16.11.2017, 15:15
Provenienza: So’ io!
Consiglio un buon film: L’ora legale di Ficarra e Picone. È film divertente ma ha messaggi importanti e similitudini non da poco
Un compagno triste
Messaggio 15280 del 16.11.2017, 08:52
Provenienza: Rio Castello
Il PD si dimentica della sezione di Rio nell’Elba e non convoca l’assemblea per il rinnovo del segretario di ciecolo e del segretario Elbano. Coluccia ha smontato anche la storica sezione per tuffarsi a capo fitto nella sinistra dura e pura dell’art. 1 e quindi abbandona il suo amore per altri fronti tumultuosi. Vi ricordate le sceneggiate per essere sindaco a Rio per poi andare a livorno? Ora s’e’ fatto venire gli stranguglioni per difendere il suo amore di parsello per poi candidarsi in quel di piombino per andare in consiglio regionale a Firenze. Forse siamo maligni? Ma come diceva Andreaotti “ pensare male è sbagliato ma a volte no” . Vedremo
Riese
Messaggio 15279 del 15.11.2017, 19:29
Con buona pace dell’ultimo kamikaze che si è suicidato non colpendo il bersaglio. Una morte annunciata e invana. Il buon politico dovrebbe vincere per far prevalere quelle che ritiene le sue opinioni ed atti. Ergo....
Dal Consiglio Regionale
Messaggio 15278 del 15.11.2017, 18:16
Oggi in prima Commissione Regionale è stata portato il procedimento di fusione dei comuni di Rio Marina e di Rio nell’ Elba. A seguito dell’esito del referendum, il processo di fusione è stato approvato all’ UNANIMITÀ da tutti i gruppi politici. Mercoledì prossimo è all’ordine del giorno del Consiglio Regionale con esito scontato. Questo del 22 novembre sarà l’ultimo passaggio regionale con promulgazione della legge che istituisce il nuovo COMUNE DI RIO con inizio 1 gennaio 2018
Per cavese
Messaggio 15277 del 14.11.2017, 18:04
Provenienza: Osservatorio
Mamma mia che tristezza, che pochezza!
Cavese del 69
Messaggio 15276 del 14.11.2017, 17:22
Provenienza: Cavo
Parliamo di Simone di Rio Marina? Spero sia tutto vero perché ci fosse qualcosa di nuovo sarei interessato anch'io. Mi sono stufato di aspettare il solito noto che viene a chiedermi il voto promettendo mari e monti e saltando da un partito all'altro come fossero cavallini della giostra. Per favore fatemi sapere qualcosa di più concreto che provo a formare un comitato anche qui a Cavo. Ho sentito un pò in giro e la cosa piace. Proviamoci veramente dai ragazzi!!!
Curioso
Messaggio 15275 del 14.11.2017, 14:03
Provenienza: Rio Elba
Ma Simone chi?
Tutti per Simone e Simone per tutti
Messaggio 15274 del 14.11.2017, 10:34
Provenienza: Piazza di Rio
Mentre i soliti noti, spiazzati dall'esito referendario, stanno riorganizzando le fila con la spavalderia di chi immagina di trovare campo libero, in un paio di scarsamente illuminate cantine il nuovo sta prendendo forma. L'idea è quella di uscire con un comitato per Simone Sindaco, a ridosso delle feste di Natale. Presto la terra elbana tremerà.
Ivano
Messaggio 15273 del 13.11.2017, 12:56
Prima era colpa del De Santi, ora ... è tutta colpa della Corea! No, anzi, ... si da la colpa addirittura al referendum. Verrebbe da pensare che vogliano addirittura farci credere che i bambini non mangiano perché qualcuno ha avuto la cattiva idea di fare la fusione con Rio Marina?
Dal 29 di agosto al 26 di ottobre, in due mesi, cosa avete fatto?

"Data: 26/10/2017
DETERMINAZIONE - AREA AMMINISTRATIVA - NR. 198
RESPONSABILE: Paoli Serena

OGGETTO:
Servizio mensa scolastica - Ditta Tipico & C. s.n.c. Impegno di spesa Premesso che con Determinazione n. 283 del 2.12.2016 a seguito di trattativa privata è stato affidato il servizio di mensa scolastica alla Ditta Tipico di Fresta Simona C. S.n.c. relativamente all’anno scolastico 2016/2017;

Dato atto che a causa di una crisi politico-amministrativa scaturita nel Commissariamento di questo Ente e dell’indizione del referendum consultivo per la fusione tra i comuni di Rio nell’Elba e Rio Marina, previsto per i giorni 29 e 30 Ottobre non è ancora stato possibile predisporre tutti gli atti necessari per l’espletamento del bando di gara per l’affidamento del servizio di che trattasi;
Che alla luce della suesposte considerazioni, per non interrompere il servizio, si intende procedere all’affidamento, fino al 31 Dicembre 2017, nelle more dell’espletamento di apposito bando di gara, del servizio mensa scolastica alla Ditta Tipico di Fresta Simona e C. S.n.c. per gli alunni della scuola dell’infanzia e gli alunni della scuola media che da questo anno scolastico sono trasferiti nel plesso scolastico di Rio nell’Elba;"

Si riporta quanto precisato il 14 ottobre scorso da Rita Matacera.

RIO ELBA: PRECISAZIONI SULLA MENSA SCOLASTICA
Scritto da Rita Matacera
Sabato, 14 Ottobre 2017 14:16
In riferimento all'articolo apparso su elbareport, riguardo il servizio mensa scolastica della scuola dell'infanzia di Rio nell'Elba, in qualità di ex assessore alla scuola ed ex responsabile dell'area finanziaria, tengo a precisare che prima delle dimissioni della giunta e del sindaco l'amministrazione, come già riferito ad una assemblea con genitori presso il comune, aveva provveduto ad istituire in bilancio il capitolo relativo a trasporto e mensa scolastica.
Infatti, come già l'anno precedente, il servizio di trasporto degli alunni alla scuola elementare di Rio Marina è partito fin dal primo giorno di scuola cosa che non mi risulta fosse mai avvenuta prima dell'amministrazione De Santi.
Per quanto riguarda il servizio mensa, prima delle dimissioni, in data 29 agosto, era stato chiesto all'ufficio di competenza di provvedere (visto che le finanze di copertura di tale servizio erano assicurate) all'iter relativo alla procedura di appalto.
Vale la pena ricordare che l'anno precedente l'amministrazione pur trovandosi in una situazione difficile, non avendo finanze a disposizione e a causa del dissociarsi del comune di Rio Marina di passare ad appaltare da oltre 100 pasti a 30 senza gravare sulle risorse economiche dei genitori è riuscita a far partire regolarmente la mensa nel giro di circa 15 giorni. Quest'anno a distanza di 45 giorni dalle dimissioni e con i soldi disponibili il servizio non è stato ancora appaltato.
E' bene chiarire che, compito dell'amministrazione è predisporre in bilancio le risorse finanziarie e questo è stato fatto, compito dei funzionari e uffici competenti attivare le procedure di appalto cosa che viene fatta in circa una settimana.
Sottolineo che se ciò non è stato non è certamente responsabilità della passata amministrazione.
Vorrei inoltre consigliare ad alcuni genitori, ripeto alcuni perchè mi risulta che altri presenti alla riunione in comune si sono dissociati dal sottoscrivere l'articolo, di smetterla di fare “politichina “ sulla pelle dei bambini !
Aggiungo che ora come nonna e prima come madre lavoratrice, condivido il disagio causato dal mancato servizio e mi associo con i genitori che non si lasciano strumentalizzare, per capire le cause ed insieme trovare una soluzione per il bene dei propri figli.
Rita Matacera
Per il M5S
Messaggio 15272 del 13.11.2017, 12:28
Provenienza: Cielo di Rio
Caro M5S ci sei o ci fai? Come mai te ne stai così in silenzio su problemi importanti come la Sanità,Trasporti,Aeroporto e non ultimo il DISSALATORE? Perchè i rappresentanti regionali del M5S non sono presenti e si battono con noi elbani? SVEGLIA
Ivano
Messaggio 15271 del 13.11.2017, 09:32
Provenienza: Camminando
ASA - AUTONOMIA IDRICA ISOLA D’ELBA LOTTO I:
IMPIANTO DI DISSALAZIONE IN LOC. MOLA DA 80 L/S
E OPERE ACCESSORIE A TERRA E A MARE
PROGETTO PRELIMINARE - RELAZIONE TECNICO-ILLUSTRATIVA

3. ANALISI DELLE SOLUZIONI ALTERNATIVE
Al fine del raggiungimento degli obbiettivi di progetto in esame, in fase preliminare sono state approfondite diverse alternative progettuali. La scelta dell’opzione sviluppata è stata guidata da esigenze specifiche e condivisa in primo luogo con l’amministrazione comunale coinvolta.

Omissis ... "La prima soluzione alternativa successivamente analizzata è stata quella di realizzare una nuova condotta sottomarina in sostituzione dell’esistente. "
Omissis ..."Altre alternative progettuali analizzate sono state relative all’ubicazione dell’impianto. ..."
Cioé ... tanto per essere chiari, ... questi fenomeni, quali soluzioni alternative al dissalatore hanno considerato e valutato SOLO un'altra condotta e interessato solo il sindaco di capoliveri, Barbetti." Questo è quanto emerge dalla lettura della relazione del loro progetto.
TARI . A Rio tutto ok?
Messaggio 15270 del 12.11.2017, 11:12
Provenienza: da Camminando
Scopri se hai pagato più del dovuto la tassa sui rifiuti (TARI) di Giuseppe L'Abbate, portavoce MoVimento 5 Stelle alla Camera Ad ottobre 2016 ho presentato una interrogazione parlamentare per sollevare il problema dell’errato calcolo della "quota variabile" della Tari, la tassa sui rifiuti. La Tari, infatti, si compone di due quote: una fissa, in funzione dei metri quadri degli immobili, e una variabile che dovrebbe cambiare in funzione del quantitativo reale di rifiuti prodotto ma che, in mancanza di strumentazioni adeguate, i Comuni calcolano in rapporto ai componenti dell’utenza. Quel che è accaduto è che, per quanto concerne le pertinenze (ovvero i garage, i box, le cantine, le mansarde, le soffitte, etc..), tanti Comuni hanno inserito nel conteggio anche la quota variabile per ognuna di esse: quindi una famiglia composta da 4 persone diveniva magicamente di 5 se possedeva un box, di 6 se deteneva anche una cantina, di 7 se vi era anche una soffitta nella propria utenza domestica. Basta un esempio, preso da una bolletta di un contribuente a far comprendere la portata dei possibili rimborsi: circa 70 euro l’anno pagati ingiustamente dal 2014, in pratica quasi 300 euro totali! Un errore sollevato anche da Il Sole 24 ORE ma che ha avuto un chiarimento solamente dopo la risposta alla mia interrogazione data dal sottosegretario all’Economia Pier Paolo Baretta. Per verificare se nel tuo Comune la Tari è stata calcolata in maniera errata ti basterà, pertanto, prendere una bolletta della tassa rifiuti e controllare se oltre all’utenza “domestica” principale sono presenti altre voci “domestica – accessorio” e se è presente il valore “tariffa variabile”. Qualunque cifra riportata è, dunque, ILLEGITTIMA. Per fare ricorso, sarà sufficiente protocollare o inviare per raccomandata a/r, al Comune che ti ha richiesto il pagamento in eccesso in questi anni, un modulo con la copia delle bollette pagate ingiustamente. Trascorsi 90 giorni, se non si è ottenuta risposta o se è stato esplicitato un diniego, puoi fare ricorso alla Commissione tributaria locale.
Per Ivano
Messaggio 15269 del 12.11.2017, 11:10
Provenienza: da Camminando
Caro Ivano, tu poni il quesito e la questione più importante. Il metodo prima del merito. Perché, mi domando, dobbiamo sempre essere trattati peggio delle pecore, visto che anche un umile pastore ha rispetto dei suoi animali???????? In un territorio come il nostro, dove tutti spesso si sperticano a richiamare il senso di appartenenza e di responsabilità nella attenzione generale del territorio, dove spesso siamo vessati per banalità, dove anche solo tre moto in un sentiero del Parco portano a richiami da più parti, alcune anche blasonate, possibile far passare certe decisioni sulla testa senza un minimo di coinvolgimento, consapevolezza e condivisione???????????? E' lecito quindi pensare che quando ci sono interessi economici e giochi di potere, come mere scelte di convenienza politica, si è disposti a forzare la mano con la logica che in definitiva a parte un poco di baillame poi ce ne faremo una ragione!!!!! Entrando invece nel merito anche un cretino non si affannerebbe per riempire una pentola bucata, se non dopo averla stagnata nel miglior modo possibile..... E le esperienze, vedi la Sanità, i trasporti, il famoso rigassificatore, il tribunale, le barriere di Piombino, i fanghi campani... ci dicono che anche oggi il metodo non cambia. Stupisce il grado di resistenza degli elbani e non meno il silenzio passivo e accondiscendente di almeno una buona parte dei nostri rappresentanti amministrativi, preferisco coloro a torto o ragione almeno esprimono il loro punto di vista. Ecco che decade anche a livello generale quel senso di tutela, attenzione, amore, rispetto e cura, per un territorio ove solo a comodo si esaltano le sue peculiarità. Nel principio delle ATO vi è l'armonizzazione di un'area vasta, in cui nel contributo collettivo anche di risorse insite nel territorio, si armonizza la funzionalità, questa è la logica per cui la Val di Cornia deve contribuire nel caso non bastassero le risorse idriche locali, purtroppo questo legame si ricorda solo e più facilmente nel costo del traghetto e si oscura nei momenti topici. L'Elba non può solo svolgere il ruolo di Perla del Tirreno ad uso e consumo di uno sviluppo diportistico che vede l'uso delle nostre bellezze solo gratuito e da richiamo al turismo costiero, la stessa Val di Cornia per propri fini esalta e pubblicizza l'arcipelago toscano. Il o i dissalatori possono essere effettivamente strumenti di salvaguardia emergenziale, solo se ubicati idoneamente, coadiuvati da stoccaggi, solo dopo aver ripotato a valori civili le perdite idriche, non meno con il raddoppio del collegamento sottomarino. Sarebbe certamente difficile essere contrari davanti ad un piano che trasuda saggezza, interesse collettivo, e non prepotenza. Non ci resta che belare, forte ed a oltranza... beeeeeee...
x x san giuseppe
Messaggio 15268 del 11.11.2017, 21:13
ho detto Marciana Marina e Porto Azzurro che hanno i porti turistici... vabbè vedremo, secondo me allora visto che il nuovo comune di Rio ha 2 porti gli daranno il doppio di Portoferraio... l'hai visto ar cine...
A SCIAMBERE
Messaggio 15267 del 11.11.2017, 18:52
Provenienza: da ElbaReport
Scritto da Wack (gabbiano referendaRio) Sabato, 11 Novembre 2017 14:17 Alfredo: Ciao Gino, che mi dici? E’ passata anco quest’anno “l’estatina” de’ morti. Purtroppo me la ricorderò. Da circa un mese, un bel po’ di persone che si conosceveno e si stimaveno e di persone amiche da una vita ci ha lasciato. Budello cane è da ottobre che so’ proprio giù di corda. Gino: Zitto ‘un me ne parla’! Alfredo: Hai ragione, Gino, ma è così la vita. Oggi ci semo e domani ‘un ci semo più. Gino: E’ vero, purtroppo! Tu sapessi quanto so’ stato male anch’io ne’giorni addietro! Ora Alfredo cambiamo un po’ discorso, ch’ è meglio! L’hai visto com’ è andato a fini’ il referendum fatto pe’ rimette insieme i riesi. Che ne pensi? Alfredo: penso ch’era ora. Per me quer Coluccia, che è stato Sindaco a Rio Elba, guarda troppo al passato. Du’ Comuni piccoli ‘un ce la possono più fa’ a anda’ avanti e soddisfa’ i bisogni della gente. E poi una vorta, nella zona delle miniere, ‘un c’erano mica du’ Comuni, ma uno solo. Gino: anch’io la penso come te. Deh poi, te lo sai, io ero per Comune unico, figurati se ‘un mi sta bene quello ch’è successo nel riese. Certo ora voglio vede’ cosa fanno l’artri amministratori, vecchi e novi. ‘Un penso certo ar Papi e ar Barbetti. Il primo, in vecchiaia, ha rivorsuto rifa’ ir Sindaco e figurati se pensa a mollà la poltrona, pe’ unissi co’ Capoliveri. Il secondo si po’ dì che ir Sindaco lo fa di mestiere e penso che sarebbe d’accordo a mettesi insieme a Portazzuro solo se potesse comanda’ sempre lui. Piuttosto l’amministratori di Marciana e Marciana Marina, si dovrebbero da’ una smossa. Ma lo sai che Marciana Marina, me l’ha detto ir mi’ figliolo, come territorio, è il Comune più piccolo d’Italia? Alfredo: No ‘un lo sapevo. So’ d’accordo con quello c’hai detto der Papi e der Barbetti. O der Marini, che mi dici? Hai letto? Ha scritto che si potrebbe ridiscute der Comune unico. Gino: Sì l’ho letto. L’aveva anche detto all’ assemblea dell’ Associazione albergatori. Alfredo: e pensa’ che der Comune unico diceva peste e corna. E come si dava da fa’ pe’ convince la gente a vota’ pel no. Cerco’ di convince anche a me. Gino: caro Alfredo chi fa politica, in genere, si comporta così. Fanno presto a cambia’ opinione. Alfredo: Ammetto che si possa cambia’ idea, anche di cent’ottanta gradi, ma almeno si dovrebbe esse’ onesti e ammette’ dav’é cappellato prima. Chissà cosa ne pensa il Bertucci. Gino: ma che voi che pensi Adao, con tutto quello che deve fa’. S’era dimesso dallo sporte e poi l’ha ripreso. ‘Un è ancora arrivato ir novo Comandante de’ Vigili. Ora deve occupassi anco delle case da assegna’. Alfredo. A proposito der Bertucci, hai visto? Hanno cominciato a rifa’ la segnaletica stradale! Gino: sì l’ho visto. Ce n’hanno pochina da fa’! Comunque speramo che la faccino come si deve e tutta. Alfredo: che un faccino come co’ l’asfarto in Calata, ner pezzo che va da dove fermono i purman fino ar piazzale della Capitaneria, che l’hanno rifatto a toppe. Gino: O perché, a Carpani cos’ hanno combinato? N’hanno fatta metà di segnaletica. Quando esci dar Conad, per esempio, prima di prende la vecchia strada di Carpani c’è uno stoppe che ‘un si vede quasi più, ma ‘un l’hanno mica rifatto. Alfredo: Come ‘un hanno riverniciato i posti pe’ le macchine nel parcheggio accanto alla farmacia o in quello di fianco a’ giardini, che tra l’artro andrebbero anco asfartati. Ma come fanno a fa’ le cose in questo modo? Gino:però un parcheggio, tempo fa, l’hanno asfartato di morto bene. Mica a toppe come la Calata. Hanno anco riverniciato tutti i posti pe’ le macchine. Alfredo: O che parcheggio? Gino: Deh, che fai il finto tonto? Alfredo: toh, hai ragione, ora ho capito. Ma i posti so’ quasi tutti gialli e la tu’macchina ‘un ce la poi mette. Ti saluto Gino, mi fa sempre piacere rivedetti. Gino: anch’io so’ contento quando ti rivedo. Speramo che duri…. Alfredo: ma che dici? Toccamoci le palle, dai retta! Wack (gabbiano referendaRio)
Ci pensa Simone
Messaggio 15266 del 11.11.2017, 18:40
Provenienza: Rio e basta
Niente paura che li mette tutti in riga i signori sindaci dell'altri paesi. La tassa si sbarco la aboliremo e anche l'IMU e la Tari. Forza doctor anche su al castello siamo con te! Facci sapere
XX San giuseppe
Messaggio 15265 del 11.11.2017, 17:35
Non mi sembra che a Campo e Marciana Marina attracchino le NAVI DA CROCIERA
Jack
Messaggio 15264 del 11.11.2017, 16:25
La tassa di sbarco la pagano anche i crocieristi e tutte le imbarcazioni che alloggiano nei porti turistici quindi anche porto azzurro e marciana marina devono avere cifra raddoppiata? Portoferraio è in cifra doppia perché ha il 90% degli sbarchi... il resto è robetta.
X San Giuseppe
Messaggio 15263 del 11.11.2017, 14:20
Provenienza: Vignola
Il nuovo Rio, gestore di 2 attracchi su 3 all'Elba, ha diritto ad una quota della tassa di sbarco pari a quella di Portiferraio. Inoltre, la tassa di sbarco che a partire dal prossimo anno avrà una consistenza ragguardevole, dovrebbe essere gestita da una struttura ad hoc.
Errore
Messaggio 15262 del 11.11.2017, 14:16
Provenienza: Panchine
Nei post precedenti si parla di gat e di Barbetti per la gestione dei fondi provenienti dal contributo di sbarco. È invece la conferenza dei Sindaci che decide quanto dare alla Gat , ai Comuni, alle opere comprensoriali. Che poi Barbetti conti è indiscutibile ma senza l’assenso di tutti l’accordo non può essere raggiunto, quindi Rio conta come Portoferraio. Dirai caso mai che ora siamo rappresentati dal commissario e dal Galli e qualche dubbio ci può stare sugli esiti.
Panchine
Messaggio 15261 del 11.11.2017, 14:06
Provenienza: Rio
Caro Rio in su, allora come mai il sindaco De Santi ha ottenuto una uguale spartizione dei fondi della tassa di sbarco? Tanto Rio nell’Elba quanto Campo o Capoliveri, quando a Rio nell’ Elba sarebbero toccati si e no 20000 euro se fosse stata una spartizione calcolata su ampiezza del territorio e abitanti. Ricorda che l’ex nostro sindaco era benvoluto e molto ascoltato in conferenza sindaci ed ha ottenuto grandi risultati. Poiché Portoferraio prende doppia quota perché porto di sbarco, basta chiedere doppia quota anche per il nuovo Comune di Rio in quanto ha due porti, la Marina e il Cavo. Cosa che allora il Sindaco Galli non ha neanche pensato o forse non ha avuto l’autorita’ e/o il prestigio per farlo.
X Ivano
Messaggio 15260 del 11.11.2017, 14:01
Provenienza: San Giuseppe
E quindi.... Barbetti continuerà a fare il bello ed il brutto tempo. Viva Caput Liberum srl.
Ivano
Messaggio 15259 del 11.11.2017, 13:20
La ripartizione attuale del malloppo della GTA, secondo me, è fatta alla membro di segugio.
Una sorta di media del pollo, decisa per non scontentare troppo nessuno e per non restare nell'impasse in cui si era trovata l'ultima volta, con Portoferraio che voleva tutto, Capoliveri che non voleva mollare l'osso della gestione, gli altri senza soldi che fremevano per una boccata di ossigeno che tardava ad arrivare a causa dei veti incrociati che non permettevano di arrivare al regolamento finale.
Una corretta ripartizione dovrebbe tener conto della superficie del territorio da gestire, del n° degli abitanti, delle spiagge, del n° delle frazioni, ... etc. etc., dando a ciascuna di queste voci il giusto peso.
Applicare un metodo di calcolo come questo però sarebbe forse troppo ... onesto, poco politico, e quindi ...!!!
ex riese di su
Messaggio 15258 del 11.11.2017, 12:39
Provenienza: da Camminando
in effetti i soldi della gestione associata vengono divisi in parti uguali per ogni comune quindi i 2 comuni in futuro si troveranno a prendere una sola rata invece che due. sul fatto dei due porti non penso c'entri molto, basti pensare che l'unico comune che prende il doppio è portoferraio e tutti gli altri valgono uno, non vedo come il nuovo comune di rio potrà prendere il doppio di quello di marina di campo o capoliveri... comunque basta lasciare la copia delle tasse e balzelli comunali degli ultimi anni e vedere quanto diminuiranno con i prossimi ovviamente anche la gestione sarà importante, avremo sicuramente molti servizi in più
riese di su
Messaggio 15257 del 11.11.2017, 12:35
da davvero pensate che gli altri comuni ci lascino il doppio dei soldi? ve lo vedete un Barbetti o un Papi che dicono ma si a rio gli diamo il doppio dei soldi che toccano a Capoliveri o Porto Azzurro? secondo me il prossimo anno prenderemo ancora il doppi (spero) ma l'anno dopo col cavolo! guardate il sito dei bilanci http://gestioneassociataelba.altervista.org, ci sono tanti soldi in ballo e i politici non se li faranno scappare.
Ivano
Messaggio 15256 del 10.11.2017, 15:05
Le regole della GTA non sono dogmi immutabili.
Sono state fatte e potranno essere cambiate in base ai rapporti di forza. 1 Rio unito > 1/2 Rio + 1/2 Rio.
L'unione fa la forza.

https://html2-f.scribdassets.com/6udb77lkhsnpsrs/images/2-326edf5272.jpg
Roberto Natalini (IAC-CNR) e Christoph Hauert (University of British Columbia)
Paolo d,
Messaggio 15255 del 10.11.2017, 13:11
Provenienza: Per messaggio 1253
Piccola digressione matematica . hai ragione nella sostanza ma non nei numeri : se e' vero che Portoferraio perceviva Doppia cifra sulla tassa di sbarco ed i comuni erano Otto , al capoluogo giungevano il 22% delle entrate, cosi come alle due Rio sommate. Ora che i comuni sono 7 al Capuogo giungera il 25% , mentre all'unico Rio giungera il 12,5%. Pitagora ibsegna
Per gestione associata
Messaggio 15254 del 10.11.2017, 10:59
Provenienza: da Camminando
Forse ho capito, a Rio (coccolo riunito) eravate troppo impegnati a studiare Amministrativo e Privato per andare a votare No!
Fino a nuova delibera sulla suddivisione degli introiti il nuovo comune di Rio (comunque si chiami in futuro) subentra in tutte le posizioni di diritto di Rio Marina e Rio Elba, Attive e Passive.
Per questo motivo, in un primo momento, al nuovo comune spetteranno due quote della tassa di sbarco.
Qualora si ritornasse a decidere i termini della suddivisione ricordo che RIO-nito potrà vantare ben 2 porti (Cavo e Rio Marina) e una dimensione maggiore, il ché, se ricordate le ultime due decisioni sulla suddivisione e la dicotomia tassa di sbarco/imposta di soggiorno, è un peso non indifferente.
Dalla Torre del Martello è tutto.
Gestione Associata
Messaggio 15253 del 10.11.2017, 10:56
Provenienza: da Camminando
primi soldi persi per il nuovo comune di Rio... come sapete, il totale della tassa di sbarco viene suddivisa tra tutti i comuni in parti uguali tranne portoferraio che ottiene il doppio della cifra. Dal 1 Gennaio i comuni saranno solo 7 e quindi i comuni di rio marina e rio nell'elba dovranno accontentarsi solo di 1/7 del budget invece di 2/8. saranno contenti gli altri comuni Complimenti. vi ricordiamo il sito dedicato ai bilanci della gestione associata http://gestioneassociataelba.altervista.org/ buon proseguimento
Per Brugiacapanne
Messaggio 15252 del 10.11.2017, 10:23
Se ti riferisci alla tua macchina, direi che il cambio delle gomme è una manutenzione ordinaria, il rifacimento del motore è straordinaria.
Se parli di altro, ad es. interventi del comune, secondo me ti potresti riferire alla possibilità di devolvere i mutui inutilizzati o i relativi avanzi per altre particolari opere o appunto manutenzioni straordinarie.
Solo straordinarie.
Certo non è cosa se impiegate per le ordinarie.
Se così fosse, e se poi interviene ancora la Corte dei Conti ..., non vengano a raccontare che fuori ci sono i cattivi eh!
Brugiacapanne
Messaggio 15251 del 09.11.2017, 20:57
Provenienza: Rio
Le manutenzioni ordinarie sono ordinarie, travestire quelle ordinarie da straordinarie non è cosa. Chi lo fa commette una cosa illegale, chiunque sia. A buon intenditore....
Per Sig.Coluccia
Messaggio 15250 del 09.11.2017, 17:47
Provenienza: da Camminando
Egregio Sig. Coluccia Lei insiste ma deve farsene una ragione , ha perso il referendum e non faccia come la volpe che non arrivava all'uva e diceva che era acerba. Mi meraviglio , poi, che una persona come Lei non accetti quello che democraticamente i cittadini hanno deciso a prescindere dalle percentuali perché chi voleva esprimere il suo pensiero era libero di farlo. Questa si chiama democrazia o forse si è dimenticato di ciò , eppure lei è stato inscritto in un partito che faceva di questa parola la forza trainante per tante battaglie , ma forse è caduto nell'oblio ... Le ricordo che ha perso si metta l'anima in pace e pensi alla salute. Mi scuso con la redazione ma "quando ce vo ce vo"!
Indovinello
Messaggio 15249 del 09.11.2017, 12:27
Provenienza: Ivano
Visti i soliti roboanti toni da comizio di Peppone, non ci sono dubbi su chi possa averlo scritto.
A me ha strappato una risata, al di la dei contenuti, ormai ampiamente superati dai fatti.
Lo propongo ai Riesi di su e di giù affinché anche loro possano sorridere un po' su questa ennesima stantia e patetica iniziativa di un fantomatico "comitato del no" che tanto fantomatico non é.
Da quando in qua hai timore di firmarti?

Da Elbareport
Ancora il Consiglio Regionale, non ha deciso per la fusione e già si stanno facendo le "celebrazioni" o si disegnano e progettano stemmi e gonfaloni: tutto ciò la dice lunga sul rispetto che questi personaggi, sostenitori a vario titolo e ruolo del Si alla fusione delle due Rio, hanno delle procedure democratiche ed anche per coloro che non hanno condiviso tale scelta o per chi ha dimostrato indifferenza per essa. Purtroppo il livello è questo ed oltre alla fusione per "plebiscito minoritario" si preannunciano le carature politico culturali di questa "nuova classe dirigente" che guiderà il nuovo Comune unico.
Sono e saranno sempre gli stessi e non sarà facile liberarsene.
Tra la farsa ed il burlesco, in salsa folcloristica, questi apprendisti stregoni si avventurano a cercare di riconciliare quello che hanno diviso e contrapposto. Crediamo che questo referendum abbia lacerato le due comunità e sia vissuto come un atto d'imperio che non sappiamo quanto tempo ci vorrà perché possa essere riassorbito.
Non basteranno ne tagli di nastro, ne comitati unitari, o la gara dei disegnetti di stemmi e gonfaloni a costruire una unità e una nuova classe dirigente. Noi aspettiamo ciò che deciderà il Consiglio Regionale, unico organo preposto a questa decisione. Pur sapendo che il PD, attuale detentore della maggioranza e Forza Italia, attualmente all'opposizione, si sono dichiarate favorevoli, noi auspichiamo che non sia una semplice ratifica, una pura e semplice registrazione notarile, decidere la fusione.
Noi auspichiamo che la politica, quella seria, quella non populista o demagogica, faccia il suo "mestiere", discutendo quale ruolo e funzione abbiano i piccoli comuni toscani, delle zone montane e insulari, dei territori periferici e le rispettive piccole comunità, nel definire una democrazia dal basso, rispettosa dell'autonomia amministrativa e territoriale e del principio di prossimità ai cittadini, dei luoghi istituzionali di decisione.
Per questo auspichiamo che le varie forze in esso rappresentate valutino attentamente e responsabilmente cosa decidere, alla luce anche della stessa Legge Nazionale sulla difesa dei Piccoli Comuni ed anche sulla limitatezza che offre una consultazione referendaria, peraltro poco partecipata e con un consenso limitato, su decisioni di questo tipo.
Comitato del NO alla Fusione
x Canali
Messaggio 15248 del 08.11.2017, 14:46
Provenienza: Da Tenews del 24 apr 2016
Atto di Messa in Mora.
Così recita l’oggetto di una comunicazione ricevuta da Gloria Squarci, attualmente nello staff del sindaco di Rio Elba Claudio de Santi, ma nella passata legislatura consigliere di minoranza. Proprio in quelle vesti, a Gloria Squarci è stata contestata la partecipazione a decisioni adottate dal consiglio comunale ed oggetto di indagini contabili. Una procedura che ha riguardato già diversi ex amministratori comunali, tanto da provocare polemiche ed accuse di vario tipo.
Oggi Gloria Squarci ha deciso di rendere pubblico - sul sito RioBlog - l’atto di messa in mora che la riguarda, commentandolo così: “Ricevo anche io un atto di messa in mora dovuto ad una ipotetica erronea deliberazione di Consiglio che aveva ricevuto anche il mio voto favorevole poiché supportata dalla regolarità tecnica, amministrativa, ancorché legale del Segretario Comunale.
Tutta questa storia dovrà far riflettere in modo deciso e definitivo sugli atti di questa Amministrazione, che pur con difficoltà umana, ma con senso del dovere, sta producendo e che sono relativi a presunti errori di Amministrazioni precedenti. Non credo si possa ipotizzare che il Sindaco De Santi e la Giunta tutta abbiano avuto la volontà di danneggiarmi.
Spero questa volta di aver chiarito una volta per tutte anche a chi fa finta di non capire e cerca di farne speculazione politica! Essendo un documento a me pervenuto, senza nessun obbligo di non divulgazione, ritengo, di avere la facoltà di produrlo nella forma originale qui di seguito”.
http://www.tenews.it/giornale/2016/04/28/gloria-squarci-anche-io-ho-ricevuto-un-atto-di-messa-in-mora-64400/ http://www.tenews.it/archivio_foto/451/310227.png
X Corte dei Conti
Messaggio 15247 del 08.11.2017, 13:08
Provenienza: Canali
Qualcuno ha la compiacenza di spiegare di cosa si tratta? Grazie.
Corte dei Conti
Messaggio 15246 del 08.11.2017, 09:36
https://portaleservizi.corteconti.it/public/Servizi/DettaglioRuoloUdienza

Calendario udienze
Dettaglio ruolo udienza
(*) Qualora i dati inseriti a sistema non risultino completi, le relative informazioni non verranno visualizzate.
Sezione: TOSCANA
Data Udienza: 08/11/2017

Tipo: UDIENZA COLLEGIALE
Presidente: ANGELO BAX
Componenti del collegio
CONSIGLIERE RUGGIERO NICOLA
CONSIGLIERE VETRO CHIARA
PM
PROCURATORE ACHEROPITA ROSARIA MONDERA
PROCURATORE MASSIMILIANO ATELLI
PROCURATORE STEFANO CASTIGLIONE
Segretario: CHIARA BERARDENGO
Aula: B
Ora Inizio: 00.00
ELENCO GIUDIZI
Giudizio N° 60658
Relatore: CONSIGLIERE BAX ANGELO
Ordine di Chiamata: 1
Tipo: MERITO
Materia: RESPONSABILITA'
Ad istanza della Procura
Controparti/Appellati - Avvocati
GLORIA SQUARCI FRANCESCO BERTINI CLAUDIA MANFRIANI
FRANCO BARONE-RENZO GRASSI
LUIGI PAOLI - LORENZO CALVANI ANDREA STRAMACCIA
GIULIA SPADA - RENZO GRASSI
FABRIZIO SIVORI - RENZO GRASSI
Dati della parte non visualizzabili (*) - RENZO GRASSI
MASSIMILIANO GATTOLI- RENZO GRASSI
LORIANO LUPI - RENZO GRASSI
DARIO GABALLO - ANDREA STRAMACCIA LORENZO CALVANI
Dati della parte non visualizzabili (*)-RENZO GRASSI
PAOLA GUIDI - FRANCESCO BERTINI CLAUDIA MANFRIANI
ALESSANDRO PAOLINI - MONICA MARTINI GIOVANNI VAGLIO
SIMONETTA SIMONI - ANDREA STRAMACCIA LORENZO CALVANI
marcello gemelli Send an email to marcello gemelli.
Messaggio 15245 del 07.11.2017, 11:58
Provenienza: livorno
Rispondo volentieri al mess.15239 al quale dico che purtroppo non fa altro che confermare le mie preoccupazioni.Come ho avuto modo di dire anche in altre occasioni sono pienamente convinto che anche fra coloro che hanno optato per il no ci siano persone che potrebbero dare un forte contributo alle sorti del nuovo Rio,le motivazioni che adducevano a tale decisione in alcuni casi erano solo frutto di una volontà precisa per mantenere le cose nello stato in cui sono ,ma niente toglie che adesso se si spogliassero di tale veste sarebbero fautori di proposte condivisibili,basta che si tolgano il clichè politico di contrari a tutto campo costi quel che costi.Detto questo auguro veramente che si possa raggiungere un traguardo comune per il bene del nuovo Rio
GAT trasparente
Messaggio 15244 del 07.11.2017, 09:17
ottime riflessioni... la politica ormai è sempre più distante dai cittadini. vedendo i bilanci del sito della gestione associata non si può rimanere stupiti, con quanta facilità si destinano decine di migliaia di euro i progetti senza sapere se funzionano o se davvero fanno bene alla pubblicità dell'isola. possibile spendere soldi per far iscrivere i licaoni a concorsi nazionali o internazionali... oppure € 26.840,00 per manifestazioni storiche senza dire quante oppure cosa ci è stato pagato. e manca ancora tutto il bilancio 2017 dove si mormora ci siano in ballo 3 milioni di EURI...
Calimero
Messaggio 15243 del 07.11.2017, 09:15
Provenienza: Rio
Il ricavato del contributo di sbarco deve essere ripartito tra i Comuni e ciascun sindaco rispondere ai propri cittadini sul come li spende. La GAT è inutile e non controllabile. Spero che il nuovo Sindaco di Rio si faccia valere.
LETTERA APERTA DI UN NIPOTE ADDOLORATO DALLE CRONACHE DI UN PAESE AMMALATO.
Messaggio 15242 del 07.11.2017, 09:08
Provenienza: da ElbaReport
Alla luce della recente notizia sulla "fusione" dei comuni di Rio Elba e Rio Marina tengo particolarmente a dare la mia opinione. Si tratta di un parere post-mortem, non la mia, ma quella di un antico borgo, che se ne sta andando nel più completo silenzio. Questo annuncio non dovrebbe coinvolgere solamente me, o pochi altri paesani, ma chiunque abbia amore e rispetto per la storia, la cultura, il senso civico, la politica, e non voglia che tale ricchezza cada nel dimenticatoio. Il protagonista qua non sono io, né voi, né il nostro paese, che forse più di tutto ci riguarda, ma la nostra responsabilità che è venuta a mancare. Il nostro vegliare su un vecchio nonno, solenne e rispettabile, che avrebbe avuto ancora tanto da dire e da dare. Mi verrebbe voglia di parlare di eutanasia. Come un fremito perverso che ha spinto, con forza, il cuscino sul volto di un nostro caro amatissimo. Di chi erano quelle mani impazienti? Era davvero così terminale il nonno? Se ci fosse un processo, qui ed ora, mi metterei tra i colpevoli, un buon concorso di colpa spetta a me come a voi! Ma in realtà penso che alcuni più di altri siano stati i responsabili. Aggiungo che forse il nonno qualche acciacco e malanno recidivo ce lo avesse già, ma non per questo sarebbe dovuto morire. Immagino che chi se ne sarebbe dovuto occupare a dovere non l'abbia saputo fare, imputando i precedenti custodi di avergli lasciato un corpo già in fin di vita, così che sbrigativamente si sono apprestati a fare il funerale. Una volta sotto terra nessuno più si sarebbe occupato di un caregiver negligente, perché non si sarebbe più presentata occasione di confronto con le cure di qualcun altro che li avrebbe succeduti. E allora adesso vi chiedo, siete pronti a celebrare questa funzione ? Rispondo io: francamente No ! Perché nessuno è mai pronto a lasciare andare via un proprio caro dalla storia secolare, ancora dal fascino medievale, da virtù civiche che non hanno precedessori in quest'isola ed oltre. Tralasciando il sentimentalismo, sono al corrente del fatto che l'unione/fusione dei comuni sarà un passaggio obbligatorio per tutti i comuni dell'isola e non solo. Però questo mi fa riflettere sul perché sia stata una manovra così affrettata per Rio Elba. Forse costava troppo di fatica, ingegno e soldi mantenere in vita questo borgo ? Probabilmente due spiccioli dalla regione hanno fatto più gola della Dignità. Ed è proprio della dignità che si sta parlando. Siamo stati svenduti malati, purulenti e in fin di vita, senza nessun progetto per il futuro, soprattutto senza sapere se ci sarà o meno un futuro per noi. Quando prima ho parlato di storia secolare sono stato riduttivo. Vorrei solo ricordare che la nostra terra è stata abitata fin dalla preistoria, ne sono state sfruttate le sorgenti e il minerale da sempre, e sono arrivate sino a noi documentazioni del 1200. Adesso forse, rispolverando qualche nozione storica, ha riacquistato un po'di valore ai vostri occhi, od è sempre il vecchio storpio di prima? L'unico auspicio che mi resta, prima che freddi la salma, è che venga onorata a dovere. Spero che Rio nell'Elba rimanga come sede istituzionale e non solo, non per uno stantio onere storico od un vacuo valore simbolico, ma perché gli spetta di diritto, come una medaglia al valore ad un veterano, così che goda e risplenda di una nuova vitalità. L.F.
  [Pagina successiva]

[Il Blog di Rio nell'Elba|Il Blog di Rio nell'Elba]

Powered by Burning Book 1.1.2 © 2001-2004 WoltLab GmbH

Se vuoi comunicare con noi la nostra mail è: [email protected]


dal 22 gennaio 2008