Isola d'Elba

Benvenuti nel Blog, siete liberi di lasciare la vostra opinione, qualunque essa sia, su Rio nell'Elba e non solo....


Visualizzazione ingrandita della mappa
Link consigliati:
Google
Wikipedia
Flickr
Youtube
Speedtest
Clipperz
Skype
MediaFire
MediaFire
Image Loop
Imageshack
Beppe Grillo
Wolfram|Alpha
Link consigliati:
Polisportiva
U.S.D. Elba 2000
Elbareport
Tenews
Camminando.org
Federico Regini
Davide Solforetti
Dario Ballini
Il Vicinato
Elbacomunico
Elbanetwork
Porto Azzurro Blog
Circolo S. Pertini
Comune di Rio nell'Elba


Firefox 3



Vota questo sito!

Segnala questo Blog ad un tuo amico: clicca qui

Meteo a Rio nell'Elba



Page 37/366: [«] [<] [32] [33] [34] [35] [36] (37) [38] [39] [40] [41] [42] [>] [»] Scrivi un Messaggio nel Blog
Autore Messaggio
Ivano
Messaggio 9884 del 30.07.2013, 11:08
Provenienza: S. F.
"Vado fiero anche del fatto che ad oggi dopo tanti anni di attività (avendo ricoperto in passato, per circa 7 anni, anche il ruolo di funzionario e consulente all’urbanistica in diversi Comuni elbani)".
Così dice un noto architetto, nonché responsabile del PD locale.
Udite, udite, ... forse abbiamo trovato almeno uno che ha avuto il coraggio di fare outing in questo ring di potere Elbano costituito da costruttori, impresari, geometri, architetti, politici? Bravo! uno così coraggioso non poteva che provenire dalle fila del PD.
Adesso sii conseguente: ... dimissioni!
Barare i troiai, dice Rossi. Panico a Rio.
Messaggio 9883 del 28.07.2013, 08:23
Provenienza: Rio
Una occasione per l’amministrazione di Rio nell’Elba per fare finalmente qualche cosa di giusto, chissà se se la lascerà sfuggire? Io scommetto di si e voi? L’informazione è fresca fresca di mattinata: Ecomostri, Rossi: “Finanzieremo i Comuni per abbatterli in difesa del paesaggio” FIRENZE – “Apriremo un fondo che potrà arrivare fino a due milioni, e inseriremo un articolo all’interno della nuova legge urbanistica, che approveremo prima delle ferie, per finanziare i Comuni che vogliono abbattere gli ecomostri, quelle strutture che attentano alla bellezza del nostro paesaggio. Cioè un bene collettivo, che abbiamo avuto in eredità dai nostri antenati e che dobbiamo garantire alla future generazioni. A me questa Toscana piace, è ancora bella. Lavoriamo tutti insieme, Regione ed enti locali, per mantenere la nostra bellezza. Per poterlo fare al meglio approveremo prima delle ferie la nuova legge urbanistica che metterà fine al consumo del territorio e stabilirà la non edificabilità nelle aree agricole ed entro settembre approveremo il piano del paesaggio con 365 aree vincolate che coprono quasi il venti per cento del territorio regionale. Vogliamo poi incentivare i Comuni ad elaborare piani strutturali di zona perché con una pianificazione allargata si possono tutelare meglio le aree di pregio”. Chissà che popò di lista di troiai da barà ha già preparato Totanino!! Tra Rio, Nisporto e Nisportino, ho l’impressione che non bastino tutti i soldi che Rossi dice di mettere a disposizione. Però, per fare un gesto di buona volontà, si potrebbe cogliere l’occasione al volo e cominciare almeno con rimettere a posto quella strada chiusa con un muro a Nisportino che è stata segnalata ultimamente su Rioblog con una foto da un turista. Non ci vorrebbero poi mica tanti soldi ammesso che non si vogliano far pagare le spese a chi ha fatto quel troiaio, quasi di sicuro abusivamente. Riese
Dante
Messaggio 9882 del 26.07.2013, 09:58
Provenienza: Pignano
X Anonimo “saputello” su Camminando Ho letto un post su Camminando dove un anonimo saputello (guai comunicare nome e cognome eh!) se la prende con la tecnica del copia-incolla. Dice che a suoi tempi chi copiava era un asino; e’ vero, ma ai suoi tempi non esisteva il computer e chi copiava, malandrino, lo faceva per se stesso mentre ora si copia per partecipare il prossimo della notizia letta. Il saputello dice infine che per correttezza i contenuti della notizia dovrebbero invece essere riportati in sintesi; bene, chi sintetizza rischia di manipolare la notizia e quindi a mio parere e’ molto piu’ corretto fare il copia/incolla. Dante
Ivano
Messaggio 9881 del 26.07.2013, 06:07
Provenienza: s. F.
Caro Bacco,
Concordo abbastanza con le tue riflessioni, anche se le carenze culturali di vecchie e nuove generazioni, in ultima analisi non possono essere attribuite solo all'individuo.
Quano dico " ... mancanza del personale", è da intendersi in senso lato, ... mancanza, ... molto estesa!
Ivano
Dante
Messaggio 9880 del 25.07.2013, 18:49
Provenienza: Pignano
Mia nipote Lavinia mi ha fatto vedere un reportage con Antonacci e Ramazzotti all'Elba. Nelle foto e' indicata la localita' "Isola d'Elba (Piombino)". E s'a anda' bene.... Dante
Bacco Bacco's Website
Messaggio 9879 del 25.07.2013, 17:10
Dante condivido le preoccupazioni per i figli e le nostre responsabilità nel farli crescere come bamboccioni smidollati. Ho due figli ventenni, conosco bene il problema. Ad Ivano vorrei dire che non è un problema di personale ma di mentalità. Siamo portati a fare i "fatti nostri" ed abbiamo una strana ammirazione per le persone furbe e scaltre, da qui il detto " i furbi con i tonti si fanno le case.."oppure " per i tonti non c'è topa nè paradiso". Abbiamo una mentalità tipicamente meridionale e per questo ossequiamo, riveriamo...... rinnoviamo quasi sempre la fiducia a chi ci governa.
x Bacco
Messaggio 9878 del 25.07.2013, 08:04
Provenienza: Dante
In molti dicono che ci stiamo perdendo una generazione di giovani, ma chi sono questi giovani? sono i nostri figli, che contrariamente a nostri vecchi ce li siamo coccolati nella bambagia e chiusi in casa contro i pericoli di fuori. Cosa vuoi che possano inventarsi questi piccoli diavoli? nessuno nella vita li ha addestrati ad affrontare i rischi. Speriamo nella prossima generazione, ma non sono molto ottimista; il vento della storia economica e' gia' andato altre le nostre teste; sopravvivere non mi sembra una bella prospettiva. Ci sono popoli molto piu' aggressivi di noi. Dante
> Caruggine
Messaggio 9877 del 25.07.2013, 08:00
Provenienza: S. F.
Dicunt riesem caecum fuisse,
così diranno fra qualche secolo i posteri, soprattutto se sarà vero che un past sindaco, il quale sembra stia scaldando i motori, radunando truppe e giannizzeri per ripresentarsi alle prossime elezioni, queste ultime non riesca davvero a vincerle.
L'articolo di Bruno Tinti, che ci ha proposto Dante un paio di gg. fa, è emblematico e purtroppo tristemente veritiero;
gli uomini hanno la memoria corta e l'appetito smisurato.
Caro Caruggine, te che secondo me sei più vicino di noi, prova ad arginare almeno questo ulteriore, vecchio, pericolo.
Cari saluti, Ivano
X Bacco
Messaggio 9876 del 24.07.2013, 23:24
Provenienza: Rio nell'Elba
Come e dove ritrovare la speranza, tu dici. Io suggerirei di partire dalla "lapidaria" verità del buon Ugo, che a me mi garba un fottio: “ A egregie cose il forte animo accendono l'urne de' forti, o Pindemonte; e bella e santa fanno al peregrin la terra che le ricetta.” ………….. Mio caro Bacco, sarò monotono, ma sempre più convinto che le frammentazioni, molto funzionali alle politichette del sottobosco degli strombettatori , in perenne ricerca di un qualsiasi collocamento, producano solo mezze calzette e tanta mediocrità con risultati pratici altrettanto mediocri naturalmente, se non peggio. Del resto, quel che dico, è per caso in contrasto con la realtà che viviamo all’Elba? Della nostra inettitudine, vogliamo dare la colpa al destino crudele, ai comunisti od ai conquistatori d’oltre mare, come più di un solone nostrano, si squarta a dimostrare? Per invertire la rotta, non c’è alternativa a mio vedere, dobbiamo trovare il coraggio, convinzione e “forte animo” di alzarci in piedi per allargare l’orizzonte e cercare di individuare qualche ”forte” vivo che più in là, servirà anche da morto dentro l’urna. Per ottenere qualcosa di un po’ più grande, si deve provare a pensare un po’ più in grande; non è una bestemmia e nemmeno un peccato di presunzione, dovrebbe essere semplicemente la regola! Non credo che io riesca a farlo nella pratica, ma sono convinto che è giusto dirlo e cerco di dirlo in ogni occasione che mi si presenta. Saluti cari Caruggine
Comune Rio Nell'Elba
Messaggio 9875 del 24.07.2013, 20:17
Provenienza: Servizio Comunicazione
Domani giovedì 25 luglio alle ore 18.00 si apre la mostra personale di Adriana Martorella, le cui opere saranno ospitate presso la Casa del Parco di Rio nell'Elba, dal 25 luglio al 04 agosto 2013.
La mostra sarà aperta al pubblico da giovedì a sabato in orario 10.00-13.00 e 16.200, domenica invece dalle 10.00 alle 13.00.
Si tratta di opere originali che legano tecniche e amore per la tradizione insieme alla storia dell'Isola d'Elba anche il gusto per l'arredo della casa e per l'eleganza.
Ogni oggetto realizzato diventa anche spunto per approfondire delle storie che nascono sull'Isola e che in molti casi raccontano qualcosa di particolare visto con gli occhi di chi cerca di attingere dal passato immagini che danno un senso anche al presente.
http://www.comune.rionellelba.li.it/images/stories/cuoco_sul_molo_di_campo_300dpi.jpg
Ivano
Messaggio 9874 del 24.07.2013, 20:02
Provenienza: S. F.
Caro Bacco e Dante,
per me, ... dipende solo dalla mancanza del personale.
Ivano
Dante
Messaggio 9873 del 24.07.2013, 19:33
Provenienza: Pignano
Quando 13 anni fa ho ristrutturato il casale di campagna in quel di Volterra, un geometra del comune con in in mano i progetti approvati a suo tempo e' venuto ripetutamente a controllare la congruenza dei lavori e l'utilizzo corretto dei materiali usati. In piu' un paio di volte e' venuta a controllare la guardia forestale per controllare che non si arrecassero danni ai cipressi. Leggo sugli abusi a Nisporto cose inimmaginabili da queste parti in Toscana. Dante
Bacco
Messaggio 9872 del 24.07.2013, 16:40
Provenienza: Elba
Una delle considerazioni che faceva riflettere sull'opportunità del comunico unico era quella legata alla possibilità di essere amministrati da chi è nella politica locale da una vita. Considerato che sono anni che si chiudono percorsi pubblici,che si costruisce alla faccia del buonsenso, che anche le regole più elementari vengono trasgredite, sarà il caso di affidarsi alle solite persone ? L'amico Pietro, medico di professione che ha l'abitudine di leggere i blog locali,mi invita ad essere meno qualunquista e più propositivo..... dimmi tu, caro Pietro, come e dove ritrovare la speranza.
riese
Messaggio 9871 del 24.07.2013, 10:45
Provenienza: rio elba
A Rio non soltanto si cancella una vecchia strada, lo storico camminamento che da Nisporto portava in paese, a Rio si fa e si è fatto ben altro. Guardate la Ginestra, anzi il mostro edilizio della Ginestra con le sue case ammucchiate e infilate nella stretta valle sotto strada. Guardate alla base del paese quel buco enorme dove stanno infilando tre costruzioni. Guardate a Nisporto e cercate la valle, quella vera. Hanno interrato tutto alla barba di vincoli demaniali e sotterrato così un mare di soldi spacciando per risanamento idrogeologico un intervento assai più che discutibile e rimasto per giunta a mezza strada. Le cose a Rio vanno così, sono andate così e c’è da aspettarsi purtroppo che la musica continui. Stia certo il viandante nostalgico della vecchia strada di Nisporto. Nessuno batterà ciglio. Il callo del pressappochismo è spesso.La tradizione politica di Rio ha lavorato bene
La strada che non c'è più.
Messaggio 9870 del 23.07.2013, 22:56
Provenienza: Torino-Campo
http://img9.imageshack.us/img9/7398/jtki.jpg Che fine ha fatto la vecchia strada del Colle alle Guardie che dal versante Nord della Cota di Nisporto portava a Rio nell’Elba? Era una strada bellissima, larga circa due metri, utilizzata moltissimo e tenuta meglio di una autostrada. Dopo moltissimi anni ho voluto ritornare a Nisporto dove ho trascorso un periodo molto duro, ma felice della mia infanzia. Un ricordo vivissimo è quello delle scarpinate per andare a Rio a far la spesa, una volta alla settimana. Ci si inerpicava su per la strada del Colle alle Guardie, che dalla spiaggia, salendo per il versante nord di Nisporto, quello della Cota, ti porta all’ala della Vela, sopra Nisportino. Da lì, la strada si fa meno erta e passando dalla sorgente del Bongiglione, dove ci si fermava qualche minuto per bere e per godere della frescura eccezionale dentro una macchia foltissima e buia, che ai miei occhi di bambino, sembrava un bosco intricato, enorme e pieno di misteri. Si arrivava poi al passo dell’Aia del Cacio, sempre ventosa da dove si scopriva il mare del canale di Piombino, Rio Elba, Rio Marina ed un lungo tratto della costa con Follonica, Punta Ala e giù fino al promontorio dell’Argentario con di fronte l’isola del Giglio. Uno spettacolo mozzafiato, sembrava di essere in capo al mondo, ricordi bellissimi, dalle forti emozioni, che ieri mattina, lunedì 22 Luglio, con i miei due figli, ho deciso di riprovare. Ancora una volta, con la triste consapevolezza che sarebbe stata quasi sicuramente l’ultima, comincio a salire dalla spiaggia, su per quella strada per andare a Rio dove ci aspettava mia moglie con la macchina per rientrare in albergo a Campo. Con estremo rammarico ho provato una delusione che mi ha fatto molto male facendomi provare un sentimento di rabbia e delusione, che mai avevo provato in altre occasioni. Ecco che cosa è successo: dopo neanche duecento metri dalla spiaggia, la strada finisce contro un muro dove è stato ricavato un posto per parcheggiare l’auto, il solito, stravolgare, suv. Dei gradini in cemento della larghezza di circa un metro, contigui al muro, presumibilmente una parvenza di accesso alla vecchia strada che ricordo larga almeno un paio di metri abbondanti. Due motociclette sono piazzate a ridosso degli scalini rendendone problematico, pericoloso ed acrobatico l’accesso. Abbiamo provato a salire su per questi gradini, una decina forse, dopodichè, saliti ancora su per non più di poche decine di metri, il tutto finisce nel nulla, giunchiglie e lentischi. Di percorribile resta solo l'ingresso ad una baracca raffazzonata alla bene in meglio e con tutta probabilità abitata. Qui finisce tutto, sogno compreso, dopo appena qualche decina di metri, dall'inizio di quella strada che per tanti anni è rimasta presente e viva nei miei ricordi. Indescrivibile è stata la delusione, più forte di una offesa, di uno schiaffo, tant’è che ho voluto fare delle foto ed inviarle ai due blog elbani sperando fortemente che, sia le autorità comunali di Rio nell’Elba, che l’ente Parco, Lega Ambiente, chi comunque di dovere, ma soprattutto l’opinione pubblica, contribuiscano a ripristinare l’accesso alla strada ed a renderla percorribile. Perché le persone non debbono ancora godere di quelle bellezze naturali e paesaggistiche, che io ricordo essere meravigliose. Perchè si permettono simili scempiaggini? Mai e poi mai avrei immaginato tanta volgarità, incuria e disinteresse delle amministrazioni comunali e delle autorità preposte al controllo del territorio. Io ricordo tanta gente brava che viveva a Nisporto, rispettosa degli altri e dell’ambiente, lavoratrice e con una dignità da far invidia a mezzo mondo. Che fine ha fatto, se ne sono perse le tracce? E’ mai possibile che i figli abbiano buttato tutto quel patrimonio alle ortiche? Pare proprio di si. Che tristezza! Vincenzo Camerini
Bruno Tinti
Messaggio 9869 del 20.07.2013, 11:28
Provenienza: Il Fatto Quotidiano
Dal fatto Quotidiano

Alfano può star tranquillo, in Italia si dimentica tutto
Tra il 1985 e il 1987 portai a giudizio, insieme con alcuni colleghi, circa 400 evasori fiscali di medio e alto livello. Tra questi c’era una “maga” di cui non ricordo il nome; guadagnava un sacco di soldi, tutti – manco a dirlo – rigorosamente in nero. Fu processata e condannata. Il fatto, piuttosto pittoresco, finì sui giornali. Qualche giorno dopo andai al ricevimento annuale del Prefetto, occasione di incontro con servitori dello Stato e alcune personalità. Tra esse riconobbi la maga in questione, evidentemente invitata.
Me ne andai, ero a disagio.
Nel 1997 il Tribunale di Torino condannò Cesare Romiti, amministratore delegato della Fiat, per falso in bilancio. Pochi giorni dopo la condanna me lo ritrovai ospite d’onore alla festa annuale della Polizia, omaggiato dalle alte personalità ivi presenti.
Il Procuratore generale, il Procuratore della Repubblica e i Procuratori aggiunti, tra cui io, ce ne andammo. Eravamo a disagio. Questi episodi mi sono tornati in mente dopo la conferma della fiducia ad Alfano, uno che ha consegnato una donna e una bambina, colpevoli solo di essere moglie e figlia di un oppositore politico (o un delinquente, non ha alcuna importanza se l’uno o l’altro) a un dittatore straniero che se ne servirà come ostaggio e arma di ricatto.
Quale classe politica infesta l’Italia! Sono questi i padri coscritti, i migliori di noi, quelli cui affidiamo il Paese? Come non lo hanno espulso, giudicandolo indegno di sedere tra loro!
Naturalmente ho riso di me stesso: un Parlamento che ha affermato essere Ruby la nipote di Mubarak non poteva avvertire disagio nel dichiarare che il ministro dell’Interno nulla ha saputo di un blitz organizzato dall’ambasciatore Kazako con la complicità volenterosa (o stupida, di nuovo non ha importanza) di tanti alti funzionari da lui direttamente dipendenti.
E mi sono reso conto che dietro questa indifferenza verso la legalità, l’etica e la dignità c’era la stessa cultura che caratterizzava il Prefetto che aveva invitato la “maga” evasore fiscale e il Questore che aveva invitato Romiti neocondannato per falso in bilancio: l’arroganza del potere.
Questo però non spiega tutto: perché queste cose succedano così frequentemente è necessario che i potenti siano consapevoli dell’assenza di ogni sanzione legale; e che sappiano che la disapprovazione dei cittadini sarà poco diffusa e limitata nel tempo. Da dove nascono queste certezze?
Quanto alle sanzioni di tipo penale e civile, non occorre cercare lontano. Un sistema giudiziario costruito per non funzionare, che garantisce impunità ai delinquenti comuni (fatta eccezione per gli scarti della società), non può costituire deterrente per una classe politica protetta da privilegi assurdi, dotata di mezzi economici rilevanti, sostenuta da organi di informazione asserviti.
Quanto alle sanzioni istituzionali, le dimissioni necessitate, l’espulsione, la sfiducia, sono del tutto teoriche.
Al massimo si applicano ai parvenu della politica, a quelli che non fanno parte del sistema di favori e favoreggiamenti fatti e ricevuti: per dire, a Josefa Idem, l’ingenuo specchietto elettorale cooptato dal Pd, e non ad Angelino Alfano.
Per lui e per quelli come lui l’intero apparato si mobilita. Il Pdl, che minaccia la caduta del governo in caso di sfiducia. Il Pd, che non fece altrettanto per la Idem (e fece bene), e che si astiene dal ricordare questo precedente; e che, soprattutto, non difende ferocemente un principio fondamentale: la sfiducia di un ministro non significa sfiducia al governo; nominatene un altro ma questo via, è indegno.
Napolitano, l’ineffabile regista del sistema di favori e favoreggiamenti; quello che nasconde le sue esternazioni telefoniche di cui evidentemente si vergogna; quello che si atteggia a salvatore della Patria, accettando un secondo mandato che ha l’unico scopo di mantenere in sella i favoreggiati e i favoreggiatori; quello che non arrossisce dichiarando pomposamente che questo governo imbelle e paralizzato deve restare in carica costi quello che costi.
Ma potrebbe aver ragione, la sua visione politica potrebbe essere sostenuta da qualche non ripugnante principio.
Ci dica allora qual è il suo limite.
Cosa debbono fare Alfano e i suoi simili perché la sua real politik sia abbandonata?
Quale abbietta azione può ancora essere compiuta impunemente? Quanto alla reazione dei cittadini. Ecco, il problema vero sta qui. Al ricevimento del Prefetto, intorno alla maga, c’era un folto capannello di persone; e lei sorrideva, teneva corte, dispensava consigli.
Alla festa della Polizia, alcuni giudici non si allontanarono con noi; anzi ricercarono l’occasione per disapprovarci ostentatamente.
Nell’aprile 2011, il Parlamento dichiarò che Ruby era la nipote di Mubarak; ma, nelle elezioni del 2013, 10 milioni di persone votarono Pdl senza essere influenzati dal disprezzo per la verità e dall’asservimento dei politici che votavano.
Ecco perché Alfano, i suoi adepti del Pdl e, soprattutto, i senatori del Pd, quelli che hanno gettato la maschera, rivelando la stessa spregiudicata appartenenza al sistema di favori e favoreggiamenti, non sconteranno nessuna conseguenza per l’atto barbaro compiuto e per le coperture politiche concesse.
Sanno, per l’esperienza maturata in decenni di potere (che di democrazia ha solo il nome) che i sudditi italiani non hanno il problema di perdonare; semplicemente dimenticano. O vogliono dimenticare, che è lo stesso.
B. Tinti
Dante Dante's Website
Messaggio 9868 del 20.07.2013, 11:25
Provenienza: Pignnano
Questo articolo fa pensare, perche' e' il segno dei tempi, ma non da ora. http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/07/20/alfano-puo-star-tranquillo-in-italia-si-dimentica-tutto/661638/
X Radiopanchina
Messaggio 9867 del 19.07.2013, 16:15
Non solo aria, ma anche acqua fritta.
Le prime sollecitazioni per una fontina che filtrasse un'acqua pubblica fuori dai parametri dell'UE, giudicata imbevibile, sono di circa tre anni e mezzo fa.
Una fontina che oltre a far risparmiare soldi ai Riesi avrebbe consentito di fare una effettiva politica ambientale al di la di meri pronunciamenti ed adesioni alle buone politiche ambientali di altri.
Però, ... non sembra che non si voglia fare; da quanto leggo, se è individuata una posizione e sono stati stanziati i fondi già a bilancio 2012, ... forse allora non si è solo capaci di fare o forse sarà per quell'assenteismo del 21% in ufficio tecnico, o per le condizioni geopolitiche internazionali, o per gli equilibri di giunta, o per le pratiche edilizie da mandare avanti, queste si prioritarie.
Forse ..., no questo è certo: anche quest'anno i Riesi si pagheranno salata l'acqua da bere.
Ivano
Oltretutto anche la tassa per sbarcare all'Elba
Messaggio 9866 del 19.07.2013, 10:20
Provenienza: Firenze
Mescolando sapientemente venalità e cialtroneria, il gorrillaio elbano, con la tassa di sbarco, ha messo a segno un ennesimo balzello. Ma come sono bravi ed ospitali questi elbani e poi si lamentano che il turista sceglie altri posti. Continuate così, col nero, l'ignoranza ed il pesce bracconato marcio servito per fresco e poi prendetevela con le sbarre di Piombino o con l'obbligo delle catene da neve a bordo nel periodo invernale. Proprietario di seconda casa in vendita
Commento dello Staff del RioBlog del 19.07.2013, 12:04:
Segnalo, per chi ancora non lo sapesse, che i proprietari di seconda casa sono esenti dalla tassa di sbarco, dietro certificazione del comune competente.
riese
Messaggio 9865 del 19.07.2013, 10:12
Provenienza: Rio Elba
...Parlando di cose serie........ ma l'impianto di depurazione di Nisportino(privato) chi lo controlla??????? Mi sbaglio,o più a valle di questo impianto,recentemente è stato fatto un "nuovo pozzo" ????????? Inoltre,come mai non si fanno Ordinane per far pulire le varie proprietà abbandonate???Villaggio Nisportino Ma il Comune c'è o fa finta????? MEDITATE ELETTORI,MEDITATE COMPAGNI
Nisporto: terra di nessuno
Messaggio 9864 del 17.07.2013, 22:18
Provenienza: Rio Elba
Sig. sindaco di Rio nell'Elba Danilo Alessi e tutta l'amministrazione. Potete spiegare agli abitanti e turisti della frazione di Nisporto, per quale motivo non vi degnate di far funzionare la raccolta differenziata come succede dappertutto, nonostante le ripetute segnalazioni? Avete paura che i primati dovuti alla sporcizia, all'incuria, all'abuso del territorio letteralmente sfasciato che Nisporto colleziona da anni a questa parte, non siano già sufficienti? Deve essere fatta una segnalazione anche alla procura della repubblica anche per questo come è già stato fatto per far buttare quattro palate di terra sulla strada della Falconaia, diventata impraticabile? Se una amministrazione comunale non è in grado di fare neanche questi interventi minimi, quest'ultimo a costo zero addirittura, basta solo alzare il telefono e dare la sveglia a qualcuno, ci volete spiegare a cosa serve questa amministrazione oltre che a permettere di sfasciare ancora di più il territorio, vedi le murelline? Residente a Nisporto.
x Dante
Messaggio 9863 del 16.07.2013, 18:32
Se per NU, intendi Nettezza Urbana, sappi che per pulire il paese, l'estate dell'anno scorso, è sceso in campo il sindaco con qualche volontario/a. Ivano
X Radio Panchina Send an email to X Radio Panchina. X Radio Panchina's Website
Messaggio 9862 del 16.07.2013, 17:36
Provenienza: Dante
Se l'istallazione della fontanella "frizzante" deve essere un vero servizio per la collettivita' riese, bisognerebbe metterla con la stessa logica con cui i nostri vecchi hanno messo le fontanelle"naturali". Se un servizio deve esserci, tutti devono usufruirne nei loro luoghi tradizionali. Troppo costoso? I nostri vecchi a suo tempo non si sono posti questi problemi; poi, visto che la popolazione e' invecchiata e Rio ha una configurazione che e' sempre stata proibitiva per gli anziani (mi ricordo quando sulle panchine si diceva che qualche vecchio del Buchino non era piu' in condizione di scendere in Piazza), perche' non facciamo un bel servizio a domicilio o punti di raccolta utilizzando le risorse umane della NU? Dante
Iniziativa
Messaggio 9861 del 16.07.2013, 15:38
Provenienza: Piemonte
Rio Marina vuole sviluppare nuova imprenditorialità.
Dal bilancio 2012 di Rio ('nsu) non si vedono investimenti in questa direzione, ma abbiamo spese per feste pari a oltre 36.000 € + 14.000 € di stipendio per la casa del parco + 17.000 in mostre, libri, etc., 4950 € di consulenza per il museo archeologico, 11.400 € di stipendio per la biblioteca, 12.500 di stipendio per la comunicazione, pari a circa 96.000 € totali.
4 anni fa, per scherzo, sullo stesso blog, a proposito di ghiozzi che circolavano in quel periodo, dissi di utilizzare i bottacci per farci un'attività di pesca sportiva; ... ovviamente di ghiozzi ... e qualcuno propose anche di farci un cantiere per rimorchiatori.

Forse, ... ma sempre per scherzo, ... si potrebbe pensare alla Valle dei Mulini, con almeno un mulino ristrutturato, funzionante, che produce diversi tipi di farine, in piccole quantità, spedite direttamente ai clienti, ordini via Internet. Pensate, ... 100 tipi di farine per tutte le esigenze, energia dai bottacci e da pannelli solari, 3 ... forse 4 persone che ci lavorano.
La ricetta per realizzarlo sembrerebbe semplice:
energia per imparare, aggiornarsi ed innovare, ... per tutti. Allora si che le idee spuntano come funghi.
Ivano
RADIO PANCHINA
Messaggio 9860 del 16.07.2013, 14:35
Provenienza: BOSTONO
Ieri 15 Luglio 2013 il nostro Inviato di Radio Panchina ci ha inviato altre notizie riguardanti il Comune e vogliamo mettervi a conoscenza della piu' importante e per noi la piu' eclatante ; Vi ricordate della famosa fonte che la scorsa amministrazione aveva ventilato fonte che depurava ulteriormente l'acqua e si poteva anche prenderla frizzante e poteva anche essere un bel risparmio di denaro per tutti si doveva essere uno dei primi comuni sull'Elba ad usufruire di tale servizio ma poi messo nel cassetto non si sa per quali ragioni , ora si viene a sapere che per opera di alcuni paesani tale fontanella si dovrebbe mettere pero' !!!!! ( sapete che a Rio circa il 70 % delle persone sono ultra sessantenni ma questo penso che quelli dell'Amministrazione non lo sappiano ) allora sembra che la decisione sia gia' stata presa dai piani alti la fonte verra' installata ,se verra' istallata al Parcheggio delle Murelline ( per intendersi al Parcheggio vicino l' officina Colli ) sono state scartate le soluzioni Piazzetta Grifi – Piazzetta della Pieta' e bisognera' andare a prendere l'acqua con la macchina ( bel Risparmio ) e i nostri anziani che non hanno possibilita' di macchina 280 scalini dei giardini anda e 280 di rianda .- Meditate Riesi Meditate
X Dante
Messaggio 9859 del 15.07.2013, 19:13
Caro Dante,
riporto sinteticamente il pensiero di G. Riotta.
" Se oggi il governo di Enrico Letta, Angelino Alfano ed Emma Bonino, dopo una campagna di opinione pubblica guidata da questo giornale, torna sui propri passi e riconosce l’incongruenza di affidare profughi inermi ai loro possibili persecutori si deve al potere morale dell’opinione pubblica diffusa dal web, oltre naturalmente alla loro sensibilità umana".
Diciamo che hanno impiegato un mese, probabilmente per studiare come pararsi le chiappe ... ed è un governo del Kaz ... akistan.
Andrà certo diversamente con Obama per lo spionaggio sul web.
In ogni caso vedo solo il solito teatrino di facciata.
Certo Internet è veloce e globale; hai notizie importanti diffuse ed in tempo reale, ma la reazione resta al momento di fatto inconconcludente.
Non esiste un partito o peggio un movimento capace di organizzare, incanalare, finalizzare le proteste.
Ivano
Dante
Messaggio 9858 del 14.07.2013, 11:30
Provenienza: Pignano
Mi piacrebbe aprire una discussione sui conetti espressi nell'articolo qui sotto indicato. http://www.lastampa.it/2013/07/13/cultura/opinioni/editoriali/la-capacit-di-correggere-gli-errori-Da7ViooZLZNPKLDq2yPIsL/pagina.html Dante
x Beppino Send an email to x Beppino.
Messaggio 9857 del 14.07.2013, 08:44
Provenienza: Dante
Ciao Beppino, amico caro. Ti sono vicino in questo momento di grande dolore. Dante
Spese 2012
Messaggio 9856 del 13.07.2013, 16:35
Provenienza: Da valori on line
Non ho trovato spese per investimenti produttivi, a meno che non siano credute tali quelle per le feste.
Altri commenti?
Ivano http://img15.imagefra.me/i57d/ivanodirio/131g_fbb_ucma7.jpg
Ivano
Messaggio 9855 del 13.07.2013, 14:33
Provenienza: Piemonte
Ho saputo solo adesso che venerdì è morto il mio caro amico Marietto ... il Fulicardo, al secolo Mario Gemelli.
Mi unisco al dolore di Beppino e di tutta la sua famiglia.
Ciao Mario.
Ivano
[Pagina precedente] [Pagina successiva]

[Il Blog di Rio nell'Elba|Il Blog di Rio nell'Elba]

Powered by Burning Book 1.1.2 © 2001-2004 WoltLab GmbH

Se vuoi comunicare con noi la nostra mail è: [email protected]


dal 22 gennaio 2008